Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La violenza non aspetta! Rompiamo il silenzio!

Il tema trattato all’IISS “L. Einaudi”

Il 4 e 5 maggio scorso, presso l'IISS "L. Einaudi" di Canosa di Puglia (BT), si è svolta un'assemblea d'Istituto sul tema della violenza sulle donne con il contributo delle operatrici del Centro Antiviolenza: la dottoressa Angela Leone e la dottoressa Carpentiere Daniela. E' stata emotivamente coinvolgente l'apertura dell'assemblea in cui alcuni nostri compagni hanno sfilato portando tra le loro maniscarpette rosse e rose rosse, simbolo le une della violenza fisica e psicologica sulle donne, le altre simbolo d'amore. L'argomento in questione, peraltro attualissimo, è stato affrontato con estrema sensibilità alternando momenti di approfondimento a momenti di riflessione artistica di tipo poetico,corale,teatrale. Gli studenti sono stati informati di tutte le norme che dal 1946 hanno permesso alle donne di raggiungere la parità di genere sotto ogni punto di vista. Ma oggi, questa parità così tanto declamata è effettiva? In realtà, c'è ancora molto da fare se si considera che la maggior parte delle violenze e dei femminicidi avviene in ambiente domestico e/o per mano di parenti stretti. A volte anche per motivi strettamente culturali o religiosi. Le operatrici del CAV hanno illustrato la tematica della violenza sulle donne in tutte le sue sfaccettature, definendo la violenza psicologica ancor più devastante rispetto a quella fisica, perché lacerante. In Italia oltre cento donne ogni anno vengono uccise, aggredite, picchiate, perseguitate,sfregiate da uomini che sostengono di "amarle". Ed è proprio per questo che le operatrici del Centro Antiviolenza hanno invitato tutte le donne a far sentire la loro voce, a non sottomettersi mai agli uomini, e a non accettare nessuna forma di amore violento. Particolarmente significativi sono stati i due momenti musicali in cui sono state eseguite la canzone "Gli uomini non cambiano" di Mia Martini e la canzone di "Quello che le donne non dicono" diFiorella Mannoia che racchiudono tutta la sofferenza, tutto l'isolamento in cui le donne da sempre sono relegate a causa di pregiudizi culturali che le vogliono inferiori rispetto all'uomo. Nonostante la complessità del tema, la nostra Scuola, grazie alla professionalità delle nostre ospiti e all'impegno dei nostri compagni ha favorito un momento di riflessione costruttivo.

Arianna Vitanostra e Ylenia Di Stasi 4C ITET
Foto di Salvatore Carbone V AA IPAA

   

  

Albo on line

albo on line

 

Dove siamo

Sede ITET  e Uffici

Via L. Settembrini 160 - 76012 Canosa di Puglia (BT)

Tel: +39 0883661496 Fax: +39 0883666007

Sede IPAA e Laboratori

Viale 1° Maggio 49 - 76012 Canosa di Puglia (BT)

Tel: +39 0883661097 Fax: +39 0883660427

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Vai all'inizio della pagina