Manifestazioni 2008/09


Concorso Gastronomico per Allievi
“LA MANDOLA REGINA DELLA TERRA BARESE”
3° Memorial Giovanni Maggi



Molfetta - Ristorante Magnolia Str. prov. Molfetta – Terlizzi 26 gennaio 2009 ore 15.00


Con una serie di iniziative di diverso carattere si sono tenuti a Molfetta i festeggiamenti della fondazione dell’Associazione Cuochi Baresi che quest’anno compie quarant'anni di attività. A partire dalle prime ore della mattinata del 26 gennaio 2009, nella Sala Ricevimenti Magnolia di Molfetta, si sono tenute le gare di cucina per professionisti e allievi degli istituti alberghieri. Confermata la presenza dei giovani talenti degli istituti di Castellana, Canosa di Puglia, Molfetta, Bari.

Contemporaneamente è stata inaugurata la mostra permanete sulla Mandorla. Tutte le iniziative di quest’anno, promosse dall’assocuochi, saranno mirate proprio al rilancio di questo prodotto, “una delle materie prime più gustose di cui dispone il territorio eppure da sempre trattata come una cenerentola”, è detto in un comunicato dell’associazione cuochi.

Tra le novità di quest’anno abbinate alle gare di cucina, vi è stata per il pubblico la possibilità di assistere dal vivo a quello che accadeva nelle cucine. Un particolare sistema di telecamere ne consentiva la visione su un maxi-schermo in sala. Il programma della tre giorni prevedeva tra le altre cose lunedì le gare di cucina, martedì le lezioni di intaglio di vegetali e frutta e l’accensione del braciere commemorativo, mercoledì sera alle 18.30, il convegno sulla mandorla, cui hanno preso parte i vertici istituzionali regionali e provinciali ai quali è stato chiesto di “contribuire alla individuazione di politiche di rilancio della mandorla barese su scala nazionale ed internazionale”.



A rappresentare l’Istituto alberghiero di Canosa di Puglia vi era l’allievo Savino Destino della classe quarta AR, il quale ha deliziato la giuria, composta da docenti degli Istituti partecipanti e da professionisti del settore, con un dessert dal carattere particolarmente innovativo: CAPPUCCINO FREDDO DI FICHI SECCHI, CIOCCOLATO E VIN COTTO CON SPUMA DI LATTE DI MANDORLA.



Questo dessert ha ottenuto quasi il punteggio massimo classificandosi al primo posto e dando a Savino la palma del migliore. Gli stessi membri della giuria e le personalità intervenute hanno definito innovativo questo dessert poichè ha saputo legare gli ingredienti classici della pasticceria “mediterranea antica”(se ci si pensa tutti i popoli del mediterraneo annoverano tra le loro preparazioni dolci tradizionali ingredienti come il vincotto, le mandorle e i frutti secchi), reminiscenze medievali (il latte di mandorla veniva preparato proprio nel medioevo ed è stato tramandato come bevanda corroborante e rinvigorente fino ai nostri giorni) e tecniche di elaborazione moderne (l’utilizzo delle spume, la riduzione degli ingredienti in creme, l’uso del sifone) nonché l’idea di dare al dessert l’aspetto (ma solo quello) di un cappuccino, che ne avesse le sembianze, ma non le consistenze e i caratteri.

Savino è riuscito a sbaragliare la concorrenza grazie alla sua particolare attitudine alla pasticceria e alle materie pratiche, alla disinvoltura con la quale ha preparato il piatto davanti alla giuria e grazie alle capacità dialettiche che gli hanno consentito di spiegare la preparazione del suo dessert alla giuria per nulla intimorito dalla platea che l’osservava.

Un grazie è doveroso nei riguardi del Dirigente Scolastico dell’Istituto Alberghiero di Canosa di Puglia, la prof.ssa MADDALENA TESORO, che ha messo a disposizione degli allievi i laboratori didattici dell’istituto, le materie prime necessarie e le spese di viaggio e trasporto, nonché all’èquipe di docenti che ha seguito l’allievo nella preparazione della gara ovvero i professori CONVERSANO VINCENZO, CONVERSANO MARIO, DELL’OLIO SAVERIO e IACOVETTI FRANCESCO che a vario titolo hanno contribuito al successo del ragazzo.

Il primo premio consta di un attestato di merito spendibile come credito formativo, di un trofeo per l’Istituto e, a sorpresa, di uno stage formativo presso una delle scuole di specializzazione di arti culinarie più famose d’Europa, l’Istituto Superiore di Arti Culinarie – ETOILE – di Sottomarina (Venezia).

   Scarica la ricetta                 Scarica la brochure della manifestazione











       2008/09


Corsi di alta formazione

Web TV Einaudi
I.I.S.S. "L. Einaudi" - Canosa di Puglia - Ultimo aggiornamento 15.12.2012